Commenta per primo
Ci sono delle buone ragioni, se il Torino alla fine ha mollato la presa su quel Rodrigo Aguirre che pure fino a qualche mese fa aveva in pugno. Segnatamente, ci sono quattro milioni e cinquecentomila buonissime ragioni: quelle che invece ha deciso di utilizzare Giampaolo Pozzo, patron dell'Udinese, per portarsi a Udine l'ennesima promessa sudamericana. Non low-cost come molte altre volte, però.

Il Liverpool (di Montevideo), nelle ultime settimane, aveva preso a sparare sempre più alto per il 19enne attaccante. Quella che si stava trasformando in una telenovela di mercato, per il Torino, si è chiusa invece presto: i granata si sono fatti indietro, in lizza era rimasto apparentemente solo il Monaco, ma i monegaschi sono stati battuti in rapidità e decisionismo dai friulani. Su altri, meno costosi obiettivi punterà ora il Torino; e quei soldi potrebbero essere utilizzati non più per acquistare il sostituto di Immobile, ma per garantirsi la permanenza dello stesso Ciro.