Commenta per primo

Aimo Diana è arrivato al campo di allenamento del Brescia, al San Filippo. Da oggi si allenerà con le rondinelle. "Dico grazie alla società e al presidente Corioni che mi hanno dato questa opportunità. Per adesso sono qui solo per allenarmi e tenermi in forma. E poterlo fare al Brescia, è il massimo. Un mio ritorno? Vediamo... E' ancora presto per parlare di queste cose. Dico solo che sono molto contento di essere qui, Brescia è casa mia".

 

 

 

Casacca d'allenamento delle Rondinelle, ad un metro dalle scalette del campo uno del Centro di via Bazoli, Diana non vede l'ora di calpestarne l'erba, dolce amarcord d'una quindicina d'anni fa quando militava nella Primavera. E l'emozione è palpabile: "Emozionato? Sì, devo ammettere che lo sono. Solo ritornare in questo ambiente e rivedere tante persone che conosco, mi fa molto piacere. A parte Torino, ultimamente ho passato due anni molto belli in Svizzera (al Bellinzona, ndr) e se il campionato fosse finito meglio, forse sarei ancora lì".

 Va bene il voler mantenersi in forma, ma un pensierino ad una proposta d'ingaggio non può non averlo fatto...:" Non abbiamo nemmeno parlato di questa cosa. Per ora, penso solo ad allenarmi e, ripeto, a ringraziare la società per questa opportunità. L'ha già fatto in passato con altri giocatori e questo gli fa onore. Poi, è ovvio che per me il Brescia è al di sopra di ogni altra squadra...".

Un saluto, un ultimo sorriso e via in campo con i compagni (pardòn, colleghi...) che lo mettono subito nel mezzo del torello. E, visto che i passaggi sono stati più di venti, giù a 'pompare'. Così, da benvenuto.