Commenta per primo
Edwin var der Sar, ex portiere della Juventus ora CEO dell'Ajax, ha parlato in un'intervista a Sky Sport: "Spero che contro la Juve sia una partita eccitante, è un quarto di finale e siamo contenti di esserci. A Madrid contro il Real abbiamo giocato ad alto livello e speriamo di ripeterci ad Amsterdam contro la Juve. 

Con l'Ajax ho vissuto momenti unici, come la finale vinta nel 1995 contro il Milan. L'anno dopo, forse un po' a sorpresa, avevamo raggiunto ancora la finale in una stagione lunga e complicata anche per colpa dei miei due infortuni. La squadra non era migliorata rispetto a quella della stagione precedente. Entrambi avevamo commesso errori durante i 90', e poi con i rigori non si possono mai fare calcoli. La Juventus li aveva tirati molto bene e noi ne avevamo sbagliati due, troppi per vincere la finale. 

Conosco bene Cristiano, ho giocato quattro anni con lui, so quanto curi il suo corpo e quanto sia forte mentalmente. Farà di tutto per esserci perché ha un sogno, che poi è lo stesso dell'Ajax: vincere e qualificarsi. Vediamo se riuscirà a recuperare per la partita di Amsterdam. 
Siamo ancora in gioco quindi sicuramente possiamo battere la Juventus. Abbiamo una squadra giovane alla quale abbiamo aggiunto esperienza, per esempio con Tadic e riportando a casa Blind dal Manchester United. In questa stagione i nostri giovani hanno acquisito ancora più esperienza, soprattutto da partite come quelle contro il Bayern Monaco e il Real Madrid. Questi match ci danno più fiducia per continuare la strada in Champions. 

De Ligt? Posso dire che ha un grande futuro davanti a sé".