Florentino Perez predica bene e razzola male. Il presidente del Real Madrid aveva denunciato l'Inter per il "caso" legato al centrocampista croato Luka Modric, ma la Fifa ha assolto i nerazzurri. Ora il numero uno di un altro grande club europeo, Nasser Al-Khelaifi rivolge la stessa accusa allo stesso Florentino Perez. "Colpevole" di aver contattato l'attaccante brasiliano Neymar, sotto contratto con il Paris Saint-Germain. Pratica vietata dai regolamenti sui trasferimenti, ma diffusa in tutto il calciomercato internazionale. A questo punto, per coerenza, anche il presidente del Real Madrid meriterebbe una denuncia. 

Intanto l'Inter è pronta al grande ritorno in Champions League: martedì arriva il Tottenham e San Siro sarà tutto esaurito o quasi, per una notte piena di stelle. Si tratta di un'altra tappa importante nel processo di crescita del club con Suning, che in un solo anno ha raddoppiato il valore del brand Inter, passando dai 195 milioni del 2017 agli attuali 389 milioni di euro. Il prossimo obiettivo è continuare ad aumentare il fatturato, sfondando il tetto dei 300 milioni al netto delle plusvalenze già nel bilancio che sarà annunciato nell'assemblea dei soci a fine ottobre. Il podio mondiale (Manchester United, Real Madrid e Barcellona) vale più del doppio, ma col passare del tempo l'Inter sta riducendo il gap grazie alla proprietà cinese. Altro che #SuningOut... 

@CriGiudici