5

All'Arena de Baixada di Curitiba va in scena l'ultima partita del Gruppo H, decisiva per la qualificazione, tra Algeria e Russia: gli uomini di Capello devono vincere per forza per assicurarsi un posto agli ottavi, agli africani può andare bene anche un pareggio. E si vede dall'ingresso in campo delle due squadre: i russi partono fortissimo e al 6' sono già in vantaggio, grazie ad un perfetto colpo di testa di Alexander Kokorin su splendido assist di Kombarov. Gli algerini accusano il colpo e rischiano di soccombere al 19' e al 24', ancora su colpo di testa di Kokorin e su tiro di Kombarov. Per vedere rendersi pericolosa la squadra di Halilhodzic bisogna attendere il 43', quando Akinfeev compie un autentico miracolo dul colpo di testa da centro area di Slimani. Nella ripresa più aggressiva l'Algeria, che vuole a tutti i costi ribaltare il risutato: ci sono però più spazi per la Russia, che sfiora il raddoppio con Samedov al 51'. Al 60' l'episodio che cambia la partita: su un calcio d'angolo per l'Algeria esce malissimo Akinfeev, forse disturbato anche da un laser, che commette il secondo errore del Mondiale dopo la papera contro la Sud Corea, e lascia che Slimani incorni in rete senza problemi. La squadra di Capello inizia ad attaccare a testa bassa: al 60' pericolosissimo Alexander Kerzakhov, con una rasoiata dalla destra, neutralizzata da M'Bolhi. Negli ultimi minuti i russi tentano un assedio disperato, che però non produce i frutti desiderati. Algeria qualificata come seconda nel girone dietro il Belgio, sfiderà la Germania. La Russia di Capello torna a casa, per Les Fennecs si tratta della prima storica qualificazione alle fasi finali di un Mondiale: agli ottavi se la vedranno con la Germania di Low.

 

CLICCA QUI PER IL CALENDARIO COMPLETO DI BRASILE 2014