64
Nei momenti di difficoltà, spesso ne è uscito più forte. Ma così tanto in difficoltà, Max Allegri, non è mai stato sulla panchina della Juve. La sosta è arrivata proprio come il suono del gong giunge a salvare un pugile suonato e a un passo dal ko: incassata la fiducia di Andrea Agnelli e della società bianconera, la pausa è servita anche al tecnico per riordinare le idee. I problemi ci sono, sono tanti, il club ne è consapevole, ma è anche convinto che spetti proprio ad Allegri il compito di risolverli uno per uno. Però di jolly non ce ne sono più.

CONTINUA A LEGGERE SU ILBIANCONERO.COM