108
Massimiliano Allegri si prepara a tornare in panchina, ma la destinazione è ancora ignota. E nonostante il tecnico livornese sia al momento a Parigi per presentare il suo libro, il PSG potrebbe non essere la sua prossima squadra. L'ex allenatore di Milan e Juventus smentisce ad AFP di avere avuto contatti con il club parigino: "Non c'è nulla con il PSG, sarebbe una mancanza di rispetto per altri essere qui per parlare con Leonardo. Sono a Parigi, una città magnifica, per presentare il mio libro e in particolare i miei aneddoti, le mie esperienze. Sul mio futuro non so ancora nulla".

Una cosa, però, Allegri la sa: "A settembre devo tornare - continua -, se mi abituo troppo alle vacanze non lavoro più: per questo devo riprendere. Se sto studiando inglese? Lo sto imparando per mia cultura personale, perché quando vado all'estero non riesco a comunicare".

ALLENARE RONALDO - "Il calcio è una questione di mentalità. Devi essere forte mentalmente e fare sacrifici: Ronaldo ne è un esempio. Ci sono buoni giocatori con un sacco di talento che rimangono allo stesso livello perché non hanno la forza mentale".

MIGLIOR ALLENATORE AL MONDO - "In questo momento Klopp, da quando ha lasciato il Borussia Dortmund per andare al Liverpool ha fatto passi da gigante. I grandi manager comprendono che tipo di squadra hanno davanti a loro, che tipo di giocatori hanno e come farli giocare nel miglior modo possibile".