La gestione delle sostituzioni di Max Allegri raccoglie consensi. E l'allenatore della Juve le racconta così: "Le mie sostituzioni sono parte di un piano iniziale. Ricordo quando ero al Milan, avevo Cassano e Pato che erano alternative da inserire importantissime nell'anno dello scudetto; l'anno successivo non avevo quei giocatori e rimanevo impiccato. Sono fondamentali giocatori del genere per la Juve, fai un po' di casino organizzato e gli altri vanno in tilt, funziona".