3

Queste le dichiarazioni rilasciate oggi da Mister Allegri in conferenza stampa alla vigilia di Milan-Udinese:

"Credo che Galliani sia stato molto bravo a costruire una rosa con giocatori di qualità che abbia davanti a se almeno cinque o sei anni. Oltre a continuare a fare i risultati dobbiamo continuare a migliorare tecnicamente, tatticamente e fisicamente questa squadra. Credo che per fare bene da qui fino a fine stagione ho bisogno di tutti quelli che ci sono nello spogliatoio. Dovrò avere la fortuna e la bravura di capire sempre il momento di far rifiatare qualcuno senza abbassare il livello tecnico della squadra. Mexes non sarà sicuramente disponibile per la partita perché ha avuto un problema al ginocchio. Bonera Yepes e Zaccardo stanno bene, quindi uno di questi tre giocherà affianco a Zapata. Balotelli è arrivato giovedì, quindi deciderò se farlo partire dalla panchina o entrare dal primo minuto. Il mercato è finito e sono contento di quello che ha fatto la società. L’Udinese sta facendo bene, ha in Di Natale e Muriel due punte molto pericolose davanti e a centrocampo hanno Lazzari che può innescare queste punte."

"Contro l’Atalanta la squadra si è dimostrata matura. Non abbiamo preso gol. I ragazzi stanno crescendo, sono contento di tutti. Da qui alla fine del campionato dovremo tenere questo ritmo. Sicuramente a livello mediatico Balotelli ha portato grande entusiasmo. Noi dobbiamo rimanere distaccati e mantenere l’equilibrio come abbiamo fatto quando le cose andavano meno bene. Domani dobbiamo fare i tre punti contro una grande squadra che non ci farà giocare, che chiuderà gli spazi, quindi dovremo avere pazienza. Balotelli sa benissimo che questa sarà un’occasione importante per lui e al Milan ha la possibilità di consacrarsi definitivamente perché ha un ruolo di protagonista."

"Fino a questo momento Pazzini-El Shaarawy hanno fatto il loro dovere, forse qualcosa in più. Ora dobbiamo trovare i gol dei centrocampisti e dei difensori, oltre che degli altri attaccanti, che comunque finora hanno segnato gol pesanti. Pazzini e Balotelli insieme possono giocare, non con questo modulo, ma con due punte vicine. Ho un obiettivo nella testa e cerco di raggiungere, come dev'essere per tutti i ragazzi e per tutti quelli che lavorano con me. Per due anni ho avuto al Milan quattro giocatori davanti, ora giocando in modo diverso ne abbiamo sei. Questo dev'essere uno stimolo importante per tutti i ragazzi e tutti devono avere l'obiettivo di fare un girone di ritorno importanti. Quando scelgo i giocatori per andare in campo devono mettersi a disposizione, farsi trovare pronti e dare una mano."