Commenta per primo

 

Queste le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa da Mister Massimiliano Allegri alla vigilia di Napoli-Milan:
 
"Il Napoli, per caratteristiche, ama più agire di contropiede. Stanno facendo bene anche quest'anno in campionato, con ottimi giocatori davanti e grande organizzazione di gioco. E' una squadra collaudata da anni, noi domani dovremo fare una partita pulita tecnicamente sbagliando poco e avere un atteggiamento di attenzione nei momenti in cui la partita sembra morta. Abbiamo pagato molto care le nostre disattenzioni sin qui, dobbiamo alzare la nostra asticella d'attenzione. Giornate come queste fanno solo bene a noi e al Milan. I giocatori nuovi hanno avuto la possibilità di conoscere il presidente di persona. L'abbiamo trovato in ottima forma, speriamo di essere al suo livello domani. Mi ha sempre manifestato fiducia, sono legato a livello affettivo a lui e a Galliani come persone. Ha costruito una squadra importante che mi ha permesso di vincere subito, ora ha scelto una linea diversa che è giusta anche se noi dobbiamo fare meglio di quanto fatto sin qui. 
 
Potevamo essere più in alto in classifica. Nel calcio sono gli atteggiamenti durante la partita a fare la differenza. Le disattenzioni avute hanno reso complesso il nostro cammino, ma c'è ancora tempo per rialzarci. Da qui al 22 dicembre ci sono diverse partite importanti in campionato e in Champions, concentriamoci su quelle. Nessun giocatore può scendere in campo contro l'allenatore, giocano per se stessi e per i compagni. Ho solo detto, negli spogliatoi, che i gol presi con la Fiorentina erano incredibili, impossibili da prendere anche facendo apposta. Eppure nella ripresa ci siamo rialzati, sfiorando il pareggio anche in dieci. Dobbiamo crescere dal punto di vista mentale. Abbiamo provato alcune situazioni tattiche, i giocatori verranno schierati nei propri ruoli di appartenenza. Sino ad ora, abbiamo presi troppi gol al di là dei moduli per mancanza di attenzione e cattiveria. In quei momenti serve solo questo. Prendere gol ci sta, ma non dobbiamo spianare la strada agli avversari. Nonostante la classifica brutta, siamo la prima squadra come gestione della palla quindi serve difendere meglio ed essere più svegli in certe circostanze. 
 
Spero che El Shaarawy continui così per noi e per la Nazionale, fatta in questo momento di molti giovani. Si è gestito bene da solo, è in un momento importante della carriera ed è un ragazzo equilibrato: dovrà rimanere sereno anche nei momenti di difficoltà che ci saranno in futuro. Ha avuto una crescita veloce, nessuno se la aspettava così repentina. Abbiamo grande qualità in attacco e Robinho deve tornare ad essere quello straordinario del primo anno. E' un giocatore troppo bravo, deve tornare ai suoi livelli. L'obiettivo importante, ora, è il passaggio del turno in Champions. La squadra, per quattro partite, ha avuto un'attenzione giusta trovando due vittorie e due pareggi: contro la Fiorentina è incappata in vecchi errori, ma la squadra ha capito che è il momento di eliminare certi errori".