Il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri commenta a Sky Sport la vittoria sul Sassuolo: "Douglas Costa? Ha subito prima un fallo, ma non bisogna cadere nelle provocazioni. La gara era chiusa, bisognava fare il terzo ma abbiamo iniziato a giocare singolarmente e questo non va bene. Chi perde poi fa entrate e si innervosisce".

L'ANSIA DI RONALDO PER IL GOL - "Non c'era bisogno di fare qualcosa, era già andato vicino ai gol, oggi è stato frettoloso un paio di volte. Il calcio dà, il calcio toglie e ha fatto una prima rete fortunosa, la seconda invece è stata bellissima".

TRIDENTE FINALE - "Non è la prima volta che vengono schierati. I terzini in ampiezza sono stati bravi, il Sassuolo ha fatto bene prendendo le distanze nel secondo tempo e abbiamo portato la gara dove doveva andare".

DYBALA - "Quando l'ho scelto? Ieri non ho detto che non giocava, bisogna stare attenti alla conferenza: avevo detto che giocava, lo sapevo che tanto nessuno lo capiva, ma non è la prima volta... (ride, ndr). Quando l'ho detto? Quando avevo detto che eccetto Matuidi chi aveva giocato due partite in nazionale non giocava. Dybala le aveva giocate entrambe? Non prendo per scemo nessuno, ho detto che si doveva riconquistare il posto ma alludevo ad oggi...".

TUTTI GIOCAVANO DI TACCO - "Oggi l'unico che non l'ha fatto è stato Cristiano Ronaldo, era avvelenato per il gol. Abbiamo iniziato con Cancelo, dribbling e tacco. Ancora Cancelo, Bentancur, Douglas Costa... Mancavano cinque minuti, tieni la palla. Ci siamo incasinati, c'è stato il fallo, reazione e quello che è successo. Questi episodi ci mettono in difficoltà".