Commenta per primo

Queste le dichiarazioni rilasciate da Mister Allegri in conferenza stampa alla vigilia di Atalanta-Milan:

"Credo che quelle prime otto partite siano servite per cercare di andare a mettere insieme una squadra che andava formata. Domani la partita sarà molto più difficile di quella dell’andata, loro sono molto organizzati in casa, Colantuono sta facendo un grandissimo lavoro. Il campo non sarà in perfette condizioni, quindi verrà fuori una partita non bellissima sul piano tecnico. Dobbiamo affrontare la partita come quelle che di solito si affrontano a Bergamo, perché anche l’anno scorso abbiamo avuto delle difficoltà. Non abbiamo ancora fatto gol su calcio d’angolo, ci siamo andati vicino. Servono i gol dei centrocampisti e dei difensori. Credo che Boateng si sia calato bene nel ruolo del centrocampista ed ha ancora margini di miglioramento. In questo momento la squadra sta bene fisicamente con dei "ragazzotti" dentro che stanno facendo bene, che hanno voglia. Ma dobbiamo migliorare, nel capire i momenti della gestione della partita e questo arriverà piano piano. Domenica abbiamo giocato gli ultimi dieci minuti un pochino a “ping-pong” e questo non andava bene. L’unico modo per tenere la palla e non rischiare è gestirla noi senza lanciarla agli avversari. Bisogna cercare di non metterci nelle condizioni di sbagliare."

"Sono molto contento dei ragazzi che ho a disposizione perché li vedo crescere ogni settimana sia come singoli che come squadra. Di El Shaarawy sono molto contento della prestazione di domenica. Capita a tutti di stare senza far gol, ma non deve diventare l’unico pensiero. La società sa come la penso sul numero di giocatori che voglio avere a disposizione e poi vedremo cosa succede da qui al 31 Gennaio. Abate domenica ha fatto una buona partita e sono molto contento. Sulla destra ho due giocatori di grande valore. Per domani sono ancora indeciso, ma Abate è favorito su De Sciglio. Robinho si sta allenando molto bene, è un grande campione e il Milan da qui a Giugno ha bisogno del vero Robinho e sono molto contento che sia rimasto. I tre davanti domenica hanno fatto una buona partita. Flamini è la dimostrazione che durante l’anno tutti hanno l’opportunità di giocare e tutti sono importanti. Sono contento perché quando l’ho chiamato si è fatto trovare pronto, così come Traorè, come lo stesso Niang e come da qui a Giugno cambieranno altre formazioni e ci sarà spazio per tutti. Nello spogliatoio dev’esserci rispetto reciproco: quando c’è questo la squadra quando va in campo la prestazione la fa."

"Bonera si è ripreso molto bene da un infortunio come anche Yepes, ma credo che domani giocheremo con Mexes e Zapata. Simo già in 22 quindi se dovesse arrivare un giocatore ci sarebbe bisogno che andasse via un altro. La situazione di Kakà è una situazione difficile e credi che solo Galliani possa riuscire a risolverle. Ci sono delle situazioni di mercato come quella di Zaccardo nella quale sono passati Mesbah al Parma e Acerbi al Genoa. Quando parlo di 22 parlo di giocatori di movimento, De Jong e Didac Vilà al momento non sono a disposizione. La società sta lavorando molto bene ed ha l’intenzione, se ce ne fosse la possibilità, di migliorare la rosa a disposizione. Pazzini sta facendo molto bene, ha fatto 10 gol nel girone d’andata, dopo quasi tre mesi di inattività e il problema al ginocchio dopo Bologna. Ho quattro portieri ed ho fiducia in tutti e quattro."