Salutata la Juventus dopo 5 anni di reciproche soddisfazioni, Massimiliano Allegri è pronto a ripartire da una nuova sfida. Senza escludere a priori la possibilità che il tecnico livornese possa prendersi un anno sabbatico, sul tavolo sono diverse le opzioni relative al suo futuro. In prima fila c'è sempre il Paris Saint Germain che, secondo quanto appreso da calciomercato.com, non è pienamente convinto di ripartire anche nella prossima stagione dal tedesco Thomas Tuchel ed è pronto ad accontentare le richieste economiche di Allegri. Ma l'effetto detonante che può scatenare il ritorno sul mercato di un allenatore di questo calibro può riservare diverse sorprese.

RIPARTO DALL'ESTERO - Dopo essersi consacrato, anche e soprattutto a livello internazionale, Allegri è particolarmente attratto dalla possibilità di fare un'esperienza di alto profilo all'estero. E oltre al club francese, attenzione al domino delle panchine che può partire in Premier League, per effetto delle posizioni precarie di Pochettino e Sarri, o in Germania, dove Kovac, come Tuchel, è tutt'altro che blindato dal Bayern Monaco dopo una stagione molto deludente in Champions. Per quanto concerne i due club londinesi, soprattutto il Tottenham rappresenterebbe un'idea affascinante per l'allenatore italiano, che da Pochettino erediterebbe una squadra complessivamente giovane e con molti margini di crescita, pur avendo recentemente conquistato la finale di Madrid contro il Liverpool. Più enigmatica la prospettiva Chelsea, al momento bloccato sul mercato dalla squalifica Fifa e apparentemente orientato a dare un taglio alla tradizione dei tecnici del Belpaese dopo il burrascoso addio di Conte e il difficile rapporto con Sarri.

MA MAROTTA... - Attenzione infine a quella che oggi è solamente una suggestione, ma che è basata su un dato di fatto certo. Massimiliano Allegri è un tecnico legato da un rapporto di profonda stima reciproca con Beppe Marotta che, dopo il suo approdo all'Inter e in vista della sempre più probabile separazione con Luciano Spalletti, aveva messo il suo nome in cima alla lista delle preferenze. Il club nerazzurro ha poi cambiato orientamento, virando con decisione su Antonio Conte, ma il mercato è noto per regalare inaspettati e improvvisi colpi di scena e la comunicazione della Juventus di concludere anticipatamente il legame con Allegri potrebbe riaccendere i fari bianconeri proprio sull'allenatore salentino. Tutto può succedere, da oggi Allegri è pronto a scrivere un nuovo capitolo della sua carriera.