75
Massimiliano Allegri ha le idee chiarissime. Lo ha manifestato anche appena si è liberata la panchina del Bayern Monaco, lo ha ribadito nelle ore di frenesia attorno al Tottenham che ha congedato Pochettino per far spazio a José Mourinho: studia l'inglese, apprezza la Premier League ma non c'è Londra nel suo destino immediato, l'idea di Allegri è stata precisa fin dai mesi scorsi e lo rimane, intende restare fermo per questa stagione di aggiornamento professionale per tornare da protagonista nell'estate 2020. Con un progetto serio e non una squadra raccolta in corsa.


IL PIANO DI MAX - A meno di chiamate importantissime, rilanci fuori mercato e offerte irrinunciabili, la linea di Allegri non cambia; pianifica il rientro in scena con un club che vuole sentire suo dalla prossima annata, la Juventus lo sa bene e non si aspettava stravolgimenti già dai rumors mai confermati sul Bayern Monaco. Anzi, la società bianconera ha praticamente messo in preventivo di dover versare tutto lo stipendio di questa stagione all'ex allenatore: oltre 7 milioni di euro, si arriva quasi ai 7,5 milioni da garantire ad Allegri che poi da giugno si prepara per un nuovo progetto a meno di novità improvvise. Il Tottenham lo aveva in lista ma non è andato oltre i primi contatti, il futuro di Allegri vede altre strade a meno di sorprese. Possibile che siano ugualmente britanniche...


  Ascolta "Allegri, scelta fatta e quanto costerà alla Juve: il piano di Max per il suo futuro" su Spreaker.