20

Massimiliano Allegri ha parlato a Mediaset Premium dopo l'importante vittoria ottenuta contro il Palermo, che avvicina i bianconeri allo scudetto: "Pogba e la festa? Oggi abbiamo subito diverse situazioni da gol nel primo tempo, dopo dieci minuti buoni abbiamo staccato la spina, nessuno se lo può permettere e nemmeno noi, la differenza reti era in ballo, bisogna nn prendere gol, la gestione della gara va fatta meglio perché siamo nella volata finale. Le avversarie quando stanno soccombendo bisogna ucciderle. Ci sono un po' di ragazzi giovani, punti di vantaggio, la gara di ieri del Napoli ci lasciava pensare a uno scudetto chiuso, ma non è così, mancano ancora due vittorie ed un pareggio per arrivare ad 86. Percentuali non ne faccio, bisogna fare più punti per la matematica, gli altri hanno un calendario più semplice. Pogba un elogio? Che Pogba abbia qualità e sia decisivo lo sa, io lo riprendo perché Pogba possa finire la gara senza errori e poi quando inizia uno e' un contagio e questo non dovrebbe esserci. Oggi Lemina ha fatto una buona partita, a parte un errore, deve migliorare a livello tattico, fare meno errori, poi c'è Hernanes che si è calato bene nel ruolo, ho scelto Lemina perché mi dava protezione, abbiamo giocatori che in quel ruolo possono fare bene."

MARCHISIO - In conferenza stampa, su Marchisio ha detto: "Rottura del crociato, abbiamo avuto la conferma: intervento chirurgico nei prossimi giorni, sarà una lunga assenza".

SUGLI ATTACCANTI - "Morata? Ha fatto bene, Dybala pure, ci ha dato tecnica e fisicamente bene. Morata ha fatto bene con errori di gioventù, cartellini di proteste da non prendere". 

SULLE VITTORIE - "22 vittorie su 23, la squadra più forte? Vedendo i risultati si, possiamo migliorare con un gruppo con "vecchietti" bravissimi e giovani molto bravi, squadra con un futuro importante. I giovani raggiungeranno una responsabilità diversa. Festa della Juve a Firenze? Ci interessa arrivare in fondo ed avere un punto davanti al Napoli ma anche a pari con differenza reti migliore".