"Nelle nostre giovanili c'è un ragazzo di talento vero. Se ne vedono pochi così". Firmato, Massimiliano Allegri. Non un allenatore qualsiasi, un messaggio chiaro per Nicolò Fagioli, giovane classe 2001 che la Juventus si coccola in silenzio e su cui Max è uscito allo scoperto. Perché quando si parla di talenti italiani non riesce a trattenersi, in tournée USA quest'estate sono arrivate conferme sul campo di quello che Allegri con Marotta, Paratici, Cherubini e tutta la dirigenza della Juventus pensa da tempo: questo ragazzo ha qualità, ne sentiremo parlare.

QUANTE RICHIESTE - Centrocampista con qualità anche offensive, Fagioli si è già messo in mostra nelle giovanili da tempo, ovvero dal 2015 quando è arrivato in bianconero dalla Cremonese. Un blitz intelligente per uno dei ragazzi più cercati del panorama italiano. Da trequartista ad esterno, play in tournée per volontà di Allegri, duttilità ma soprattutto qualità. Perché la serietà, l'impegno, la concentrazione di Fagioli nel recepire ogni compito ricorda a Max quella di un certo Federico Chiesa. Giocatore vero, il destino può essere questo: dipende solo da lui. Mentre la Juventus ha già detto no a diverse richieste: il Cagliari avrebbe voluto inserirlo nel discorso Han a gennaio scorso, l'Atalanta si è informata su di lui più volte nell'ambito dei dialoghi per Spinazzola. Niente da fare, la Juve ha rifiutato e si coccola Fagioli. Allegri lo aspetta, al momento giusto perché in questa squadra c'è tanto traffico e infinita concorrenza. "Ma quando si è bravi si trova spazio", parola di Max.