389
Sono ore decisive per il futuro delle panchine di tanti top club, in Italia e non solo. Una delle situazioni più calde è sicuramente quella che riguarda la Juventus, che dopo gli otto scudetti consecutivi sarà ancora una volta chiamata a conquistare quella Champions League che sembra sempre più maledetta.

VIA ALLEGRI - L'era di Massimiliano Allegri alla guida del club bianconero sembra arrivata al suo capolinea. Nessuna rottura, nessuna lite tra l'allenatore e la dirigenza, ma profonde riflessioni da entrambe le parti stanno portando verso questo epilogo, dopo tanti anni di successi e vittorie in Italia (cinque Serie A, quattro Coppe Italia e due Supercoppe) e con le due finali di Champions raggiunte.

C'È IL PSG - Secondo quanto appreso da Calciomercato.com, ad allontanare sempre più Allegri dalla Juve è stato il Paris Saint-Germain, un altro club che domina da anni nel suo campionato ma a cui non è ancora riuscita un'impresa in Champions. I parigini, dopo la difficile parte finale di stagione di Thomas Tuchel, sono alla ricerca di un tecnico con maggiore esperienza europea e hanno deciso di puntare proprio su Allegri. Che, dal canto suo, prende seriamente in considerazione quest'ipotesi, che lo porterebbe a fare una nuova esperienza ai massimi livelli all'estero e a guadagnare più dei 7,5 milioni di euro attuali. Di fronte a questo scenario, il tecnico livornese ha chiesto di essere liberato con un anno di anticipo rispetto alla scadenza naturale del suo contratto e la Juve pare intenzionata ad accontentarlo.