319
Il pupillo di Ronaldo e il cecchino delle punizioni. Questa l'etichetta con la quale sono atterrati a Milano, insieme allo scontrino da 65 milioni di euro per la spesa complessiva, André Silva e Hakan Calhanoglu, prelevati dal Milan rispettivamente da Porto e Bayer Leverkusen. Trattative lampo, come lampo sembrano poter essere le loro avventure italiane. E ora, a pochi mesi di distanza, dopo qualche gol e sporadiche giocate, possono lasciare la Milano rossonera. 

VIA IN PRESTITO? - Come scrive La Stampa, il Milan sta pensando alla cessione di entrambi i giocatori: sia il portoghese che il turco, quindi, via a gennaio; non a titolo definitivo, ma in prestito. Il motivo? Non deprezzarli, sperare in 6 mesi positivi sia di André Silva che di Hakan Calhanoglu per poi rivenderli in estate, puntando a venderli definitivamente a un prezzo maggiorato. 

CHI E' INTERESSATO - Nonostante le aspettative non rispettate, i due giocatori hanno ancora mercato. Per quanto riguarda il portoghese, Arsenal e Barcellona ci stanno pensando da tempo: i Gunners vogliono arricchire il reparto delle prime punte, i blaugrana vogliono un ricambio all'altezza per Luis Suarez; per il turco, invece, due scenari possibili: da una parte il Fenerbahce, che già si è fatto vivo con la società rossonera, dall'altra un ritorno in Bundesliga. Arrivati tra l'entusiasmo del tifo milanista, possono già lasciare tra l'indifferenza milanese. Fitta, come la nebbia.