Commenta per primo

Siamo solo alla seconda giornata di campionato, ma gli arbitri, traditi dai loro collaboratori, sono già sotto accusa. Il Milan ricorda agli assistenti la regola del fuorigioco (sul sito rossonero un richiamo alla norma Fifa) e anche la Fiorentina protesta, ma per Braschi è tutto ok.

I casi più spinosi delle prime due giornate: Fiorentina-Napoli: concesso un gol a Cavani con la palla che non supera la linea; Cesena-Milan: per due volte Pato, prima di calciare in porta, è fermato dagli assistenti per fuorigioco inesistenti; Juventus-Sampdoria: i gol di Pepe e Quagliarella sono in fuorigioco.