Commenta per primo
Nel primo match d'andata dei playoff, la Cremonese schianta l'Arezzo in casa per 2 a 0. Amaranto opachi e spenti, storditi dal gol a freddo, al 2' di Musetti. La Cremonese amministra il vantaggio, senza mai correre rischi. Poche le emozioni della gara, con un Arezzo mai veramente pericoloso sotto porta. Il primo tempo si chiude con il vantaggio dei grigiorossi e una domenica maledetta per i padroni di casa. La disfatta dell'Arezzo però, si completa nel secondo tempo, quando la Cremosese si porta sul 2 a 0 al 54' con un colpo di testa di Bianchi, che aggancia una punizione battuta da Burrai. Arezzo ancora una volta incapace di costruire una reazione e una manovra offensiva efficace. Gli animi in campo e sugli spalti si accendono. Al 63' il portiere dell'Arezzo Mazzoni si fa espellere per un intervento fuori area con le mani. Esaurite già le tre sostituzioni, a mettersi i guanti è la punta Maniero, protagonista di due interventi salva passivo per l'Arezzo. Le proteste vibranti arrivano però al 71' quando il direttore di gara espelle un attonito Erpen, colpevole di un accenno di reazione, dopo che nell'azione precedente era stato colpito al viso da un difensore grigiorosso (un intervento che l'arbitro non ha sanzionato). La gara si trascina sul 2 a 0 e la Cremonese ipoteca il passaggio al turno successivo: all'Arezzo, infatti, servirebbero tre gol nel ritorno che si giocherà allo 'Zini' domenica prossima. AREZZO L'allenatore dell'Arezzo, Leonardo Semplici: 'Una giornata storta sotto tutti i punti di vista. Le cose si sono subito messe male con il gol dopo due minuti di Musetti, gli avversari sono riusciti subito a sfruttare un nostro errore. La Cremonese è stata poi brava nelle ripartenze, noi invece, non abbiamo saputo impostare la giusta reazione. A determinare il risultato finale ci hanno poi pensato gli episodi, con le due espulsioni. Col senno del poi, non mi rimprovero nulla sulle scelte che ho fatto. Sono subentrato a Galderisi, a tre partite dalla fine e ho voluto proseguire la strada tracciata dal mister precedente, senza creare sconvolgimenti. Ora penseremo a riorganizzare energie fisiche e mentali, non vogliamo recitare la parte delle vittime designate nel ritorno a Cremona'. CREMONESE L'allenatore della Cremonese, Roberto Venturato: 'E' stata una partita difficile, ma una volta rimasti in undici contro nove potevamo andare a segnare il terzo gol. Maniero, che ha sostituito l'espulso Mazzoni, è stato però bravo nell'impedircelo. L'intensità e le tensioni sono sempre molto alte in partite di questo tipo, ma noi siamo stati bravi a gestirle. Adesso però dobbiamo preparare il ritorno con la massima concentrazione. A Cremona ci sarà da lottare, una match di playoff dura infatti 180 minuti. L'attenzione deve rimanere alta e dobbiamo continuare ad essere la squadra che non rinuncia mai a imporre il suo gioco'.