58
Hector Bellerin, laterale destro e punto di forza dell'Arsenal, ha raccontato al Times il suo rapporto coi tifosi del club londinese. Rapporto non facile, come testimoniano le sue parole: "Alcuni tifosi riescono a essere molto offensivi. La maggior parte degli insulti mi arrivano online, ma alcuni si sentono anche allo stadio. Mi dicono ‘lesbica’ perché porto i capelli lunghi e poi continuano con tanti altri insulti omofobi. E quando gioco male, la situazione diventa insostenibile. Ormai mi sono abituato, ma può fare male. E ogni tanto, ti porta a metterti in discussione. Il problema è che i tifosi hanno una loro idea di come un calciatore dovrebbe vestirsi, come dovrebbe comportarsi e di cosa dovrebbe parlare". 

SUI COMPORTAMENTI - "Se ti comporti in maniera diversa da quello che si aspettano, diventi un bersaglio. C’è un sacco di pressione affinché ci si conformi agli altri. Ed è una cosa molto pericolosa, perché nella vita bisognerebbe essere liberi di esprimersi per come si è. Il periodo peggiore risale a un anno e mezzo fa, ho dovuto chiudere temporaneamente gli account social per gli insulti che ricevevo. Molte persone mi dicono cose belle, ma è normale concentrarsi sugli insulti. E ogni giorno cerco di imparare a combattere questa situazione nella miglior maniera possibile".