178
Arthur oggi è della Juventus e ha accantonato ogni pensiero legato al Barcellona. Eppure, la sua famiglia è ancora decisamente irritata e furiosa con la dirigenza del Barça per diverse motivazioni: Arthur aveva ricevuto rassicurazioni sul progetto tecnico senza alcun segnale di addio da ottobre scorso, nessun minimo segnale di cessione fino alle forzature all'eccesso pur di convincerlo ad andarsene. Non solo: la mamma di Arthur non ha gradito il modo in cui il Barcellona lo ha scaricato, senza onestà o eleganza ma con veemenza e scaricando sul giocatore la colpa di "non essere più uno da Barça" con una campagna mediatica e le parole di Setién che non sono piaciute.


Insomma, Arthur e il club blaugrana si sono lasciati male e la Juventus lo attende con entusiasmo per la prossima stagione, convinta di poterlo mettere nelle condizioni di rendere al meglio. Tanto che effettivamente c'è stato anche l'intervento dell'ex bianconero Dani Alves per convincere l'amico Arthur: gli ha consigliato la Juventus, le strutture, la gestione modello del club e l'idea di fare un'esperienza in Italia in un club di respiro internazionale. Il brasiliano ha gradito e apprezzato, poi seguito il consiglio. Con buona pace del Barça.