4
In occasione della cittadinanza onoraria conferitagli dal Comune di Bergamo, il tecnico dell'Atalanta Gian Piero Gasperini ha parlato dei prossimi impegni: "Ora guardiamo avanti, la stagione che ci aspetta è importante. Rivivere questi tre anni è stato davvero emozionante. A Genova ho vissuto dei momenti straordinari, ma qua c'è qualcosa di diverso. Io non ho fatto che soffiare sulla cenere, sotto c'era un faló. Giocare a San Siro ci toglie la gioia di giocare la Champions a Bergamo, ma qua sta nascendo uno stadio davvero bello. Tre anni fa era una squadra che era rappresentata da tanti giovani emergenti ma chiunque è venuto gli è stato trasmesso questo legame con la città e alla fine si sono integrati, è una forza. La gioia più grande è dare felicità ai tifosi".

I NUOVI ARRIVATI- "Guardiola non ha mai visto una nostra partita? Ci guarderà ora che la partita si avvicina. Non ci poniamo troppi traguardi nel futuro, la gente deve essere sempre orgogliosa di come imposta le partite l'Atalanta. Dedico il riconoscimento a mia moglie, che era più emozionata di me, ma anche a tutta la città di Bergamo. Ora abbiamo esigenza di inserire bene Kjaer e Arana, sono sicuro che ci daranno una bella mano. Il Genoa mi sembra un'ottima squadra che ha voglia di riscattare gli ultimi anni, per noi sarà un test fondamentale perché dopo pochi giorni giocheremo a Zagabria".