Commenta per primo
In attesa di capire quale sarà il futuro societario della Dea, continuare con la famiglia Ruggeri o con un nuovo proprietario, oggi è arrivata una notizia nuova, destinata a smuovere ancora di più le tormentate acque del calderone nerazzurro. Umberto Bortolotti ha rassegnato questa mattina le dimissioni dal consiglio di amministrazione dell'Atalanta. Un gesto destinato a far rumore visto che il firmatario della lettera è il figlio di Achille e fratello di Cesare Bortolotti, due figure di primo piano che hanno segnato la storia della squadra orobica. L'ormai ex consigliere aveva minacciato già un anno fa di voler lasciare l'incarico chiedento che il Cda venisse coinvolto maggiormente nelle questioni societarie. "Molte cose le vengo a sapere dai giornali -ha commentato- e la situazione non è cambiata di molto. Ecco perchè ho sentito la necessità di staccare, di porre fine, seppur a malincuore, ad un ruolo che dura da oltre 15 anni".