Commenta per primo

Il Direttore Generale dell´Atalanta (ex Napoli), Pierpaolo Marino, parla sulle frequenze di Radio Sportiva per commentare il rotondo risultato della squadra orobica sul Napoli, sconfitto ieri per 3 a 0.

"Il Napoli ha confermato di essere la seconda, terza forza del campionato e il risultato che ha l'Atalanta non può che aumentare la nostra autostima. L'Atalanta ha meriti notevoli e soprattutto in casa riusciamo a controllare quasi tutti gli avversari, con giocatori bravi, di qualità come quelli che abbiamo. Le caratteristiche di gioco dell´Atalanta hanno messo in difficoltà non solo il Napoli, ma anche la Roma e altre.

Diciamo che i piani di Benitez sono andati al contrario. Immagino sperasse di fare come in Coppa Italia contro di noi ma là gli andò bene e probabilmente voleva ricalcare quella partita. Questa Atalanta comunque avrebbe messo in difficoltà anche un Napoli al completo, con una rosa più completa di quella che ha schierato. Noi però dobbiamo anche essere realisti: dobbiamo guardare a ieri e goderci il successo, ma ciò non ci deve far rilassare. Grazie a questi 3 punti siamo a +10 dalle terz´ultime, l´obiettivo è la nostra terza salvezza consecutiva.

A Napoli credo di aver scritto pagine di storie, e gli auguro di vincere altrettanto quanto ha vinto con me. Non ho rivincite da prendere, forse anche il Napoli deve qualcosa a me, dai tempi dello scudetto fino alla rinascita degli ultimi anni.

Vorrei spendere una parola per Cannavaro. Su Paolo (Cannavaro) io ho rifondato il Napoli della B, e lui fece una scelta di vita. Napoli resterà sempre la sua città".