5
L'allenatore dell'Atalanta Gian Piero Gasperini ha presentato in conferenza stampa la sfida di domani contro il Manchester United, valevole per la terza giornata del Gruppo F di Champions League:

ESPERIENZA - "Si tratta di una partita, come accaduto con City e Liverpool, dalla quale usciremo arricchiti. Anche le partite precedenti sono state durissime e difficili, con risultati fondamentali per la qualificazione. Se ti confronti con il calcio inglese ti confronti con il top".

CHI MANCA - "Non credo che l'Atalanta debba adottare degli stravolgimenti e atteggiamenti che non ha mai avuto, cercheremo di non snaturarci e mantenere quelle che sono le caratteristiche della nostra squadra".

NOVITA' - "Con tutte queste assenze c'è il vantaggio di correre il rischio di non sbagliare la formazione, oppure i cambi. Questo è l'unico vantaggio (ride, ndr)".​
SQUADRA MODELLO - "Ho ricevuto tanti complimenti in questi anni, come successo da Tuchel a Guardiola, fino ad Andreazzoli o Capello e infine quelli di Solskjaer. Questi sono i più graditi, perché sono dei colleghi. Un grande riconoscimenti del mio lavoro e di quello della mia squadra, a volte vengo definito un visionario ma loro mi permettono di mettere in campo i risultati. I traguardi vanno condivisi con i risultati".

ANDATA E RITORNO - "Il livello di difficoltà è altissimo, la platea è un valore aggiunto anche per il Manchester. In termini di speranza saranno due partite che non determineranno ancora matematicamente il passaggio, o meno, del turno. Ma daranno un valore alla nostra prestazione ed alla nostra squadra. E' un girone dove bisognerà cercare i punti, partita per partita. Queste gare sono un termometro".

QUI CR7 - "Non devo presentarlo io, è un giocatore straordinario. Ha segnato a tutte le squadre del mondo, ha continuato a segnare anche in Inghilterra. Il Manchester ha fatto qualche passo falso ma il valore della squadra è altissimo, è un interprete pericoloso. Ci sta incappare in qualche risultato non positivo però ho visto la gara con Leicester e hanno fatto un’ottima prestazione”.

IL CAMMINO - “L’Atalanta ha fatto un percorso che gli ha permesso di proseguire nella strada intrapresa, tre anni in Champions... dopo il City ha saputo ritrovarsi e fare ancora meglio. Mi spiace solo che manchino i nostri cinque infortunati”.