19
L'urna di Ginevra consegna all’Atalanta il girone D per la Champions League 2020/21: ecco formazione tipo, stella e cammino degli avversari dei nerazzurri. L’Atalanta partiva dalla terza fascia e trova un girone ostico quanto storico, massimo rappresentante del calcio totale. Dalla prima fascia arrivano gli inglesi del Liverpool, dalla seconda gli olandesi dell’Ajax e dalla quarta i danesi del Midtjylland.

LIVERPOOL:

LA FORMAZIONE TIPO (4-3-3): Alisson; Alexander-Arnold, Gomez, Van Dijk, Robertson; Keita, Fabinho, Wijnaldum; Salah, Firmino, Mané. All. Klopp.

LA STELLA: Mohamed Salah, conosce benissimo l’Italia avendo già giocato alla Fiorentina e alla Roma, ha vinto due volte il premio di calciatore africano dell’anno, nel 2017 e nel 2018. Nell’ultima stagione ha messo a segno 23 gol tra campionato e Champions League. Può agire in tutti i ruoli dell’attacco.

IL CAMMINO: ha chiuso il campionato 2019/2020 al primo posto in Premier League, qualificandosi alla prima fascia di Champions League. Ha vinto la Premier League con ben 32 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte. 85 i gol fatti, 99 i punti conquistati.

I PRECEDENTI: non c’è nessun precedente tra le due formazioni.


AJAX:

LA FORMAZIONE TIPO (4-2-3-1): Onana; Mazraoui, Schuurs, Blind, Tagliafico; Alvarez, Gravenberch; Antony, Promes, Tadic; Labyad. All. Ten Hag.
LA STELLA: Dusan Tadic. E’ il numero 10 della squadra, oltre che il capitano. Lo scorso anno ha realizzato 16 gol e 21 assist in 41 gare. Il suo talento ha stregato l’Europa e il tecnico Ten Hag. Viene etichettato dagli addetti ai lavori come ‘talento fuori dal comune’.

IL CAMMINO: prima in classifica nell’Eredivisie con 18 vittorie, 2 pareggi e 5 sconfitte nello scorso campionato, si è conquistata la seconda fascia grazie all’eliminazione del Benfica nei turni preliminari. Ben 68 i gol messi a segno nell’ultima stagione e 56 i punti raccolti.

I PRECEDENTI: non c’è nessun precedente tra le due formazioni.


MIDTJYLLAND

LA FORMAZIONE TIPO (4-3-3): Hansen; Andersson, Sviatchenko, Scholz, Paulinho; Cajuste, Onyeka, Evander; Mabil, Kaba, Sisto. All. Priske.

LA STELLA: Erik Sviatchenko, capitano della formazione danese, nel corso della scorsa stagione è riuscito a siglare da difensore sei reti, oltre a servire quattro assist per i propri compagni. Classe 1991, dopo un passaggio al Celtic si è confermato il traino della squadra.

IL CAMMINO: ha chiuso la stagione 2019/20 come capolista in Superligaen, con 82 punti e 61 gol messi a segno, 26 vittorie, 4 pareggi e 6 sconfitte. Per arrivare a competere con Liverpool, Ajax e Atalanta nel girone D ha prima battuto nei preliminari di Champions League il Ludogorets 1-0, poi ha vinto 3-0 contro Young Boys in gara secca, infine ha pareggiato 0-0 all’andata con lo Slavia Praga, che ha battuto ieri sera per 4-1 qualificandosi in Champions.
 
I PRECEDENTI: non c’è nessun precedente tra le due formazioni.