Commenta per primo
L'esterno destro dell'Atalanta Hans Hateboer, che è tornato a calcare il campo da titolare dopo tre mesi di infortunio, è tornato a parlare della sua condizione e degli obiettivi della Dea in questo finale di stagione ai microfoni di BergamoTv nel programma TuttoAtalanta: "Dopo Natale l’infortunio ha cominciato a farsi sentire di più. Dopo due settimane mi faceva ancora più male e allora sono andato a fare ulteriori esami: la scelta giusta era quella di non procedere con l’intervento per non saltare il campionato visto che eravamo in piena corsa per la Champions League, e volevo giocare anche la finale di Coppa Italia. Molti giocatori hanno scelto questa strada al fine di essere presente nel finale di stagione: andare in campo e non sentire niente è stato abbastanza positivo. Dopo qualche settimana è stato difficile stare a casa e non essere lì in campo. Spero di essere convocato dall’Olanda, ma è tutto da valutare".

OBIETTIVI- "Secondo posto? E’ questo il nostro obiettivo stagionale. Vincere un trofeo a Bergamo rimarrebbe nella storia: puoi andare 10 volte in Champions, ma portare a casa una Coppa è una sensazione molto diversa".

FUTURO- "Non volevo andare via da Bergamo: sono quattro anni che gioco per l’Atalanta, mi piacerebbe giocare in Spagna e in Germania".

VALENCIA- "Atalanta-Valencia è stata la miglior partita che abbia mai giocato. Ricordo molto il pubblico: è stata l’ultima partita con loro sugli spalti”.