1
Atalanta-Verona 3-0

Gollini 6,5: salvifico l’intervento su Kean al 22’, poi non deve parare più nulla perché ci pensa Kean a sbagliare da solo. Poi interviene pronto su Zaccagni e il suo voto si alza.

Toloi 6,5: entra subito in partita e al 3’ indirizza la sfera con la testa verso la porta rendendosi pericoloso, ancora di più al 7’ quando di girata quasi sorprende Nicolas. Tornato in formissima, sembra quasi un attaccante stasera.

Caldara 6: quando c’è si sente ma quando non trattiene Kean son dolori, ma poi la salva su Cerci al 32’.

Palomino 6,5: lascia passare Kean e Cerci troppo spesso e lo si vede in area a provare il tiro in porta

Hateboer 6,5: di testa sfiora il gol sulla linea dopo l’annullamento della rete atalantina, a conferma che la testa della Dea rimane sveglia senza abbattersi.

de Roon 6: mantiene la palla a centrocampo e la fa girare in avanti ma al 18’ gli scappa Fares in contropiedi e rischia. Sul finire sfiora la rete da passaggio di Ilicic sulla porta ed è ancora troppo poco preciso e non brillante su alcune giocate. Nella ripresa è lui a saltare Fares
 
Freuler 7: manovra bene le azioni dalle retrovie e fa salire la squadra e quando Romulo sbaglia i passaggi c’è lui a sfruttare la sfera. Al 33’ si fa trovare lesto sotto porta per realizzare, prima che il Var annulli. Continua a guadagnare angoli. Poi si vendica del Var e al 5’ si infila in area, si libera della difesa disorientata e realizza per poi servire l’assist del raddoppio a Ilicic. Il migliore stasera, a cui perdoniamo il regalo a Zaccagni.

Gosens 6: buoni i suoi passaggi in profondità a Cornelius sulla sinistra. Troppo egoista, in più occasioni manda la palla fuori preferendo provare l’azione personale che non passarla a Cornelius. Chiude i giochi però alla mezzora della ripresa quando serve perfettamente il neo entrato Kurtic.

Ilicic 6,5: ancora una volta è protagonista del match, con invasioni dell’area piccola e assist, meno bene con i tiri in porta dalla distanza. Spesso segue degli schemi d’attacco che soffocano la sua spontaneità al tiro verso la porta e la sfera viene persa in favore dei veronesi. Con il destro prova a farsi pericoloso nella ripresa ma manca la mira. Poi la trova con una girata perfetta sulla porta e realizza il raddoppio. Pazzesco il suo sinistro a giro al 22’ che sembra entrare per il tris.
Dal 32’ st Orsolini 6: ci prova al 40’ ed è già sufficiente

Gomez 5,5: spaventa subito Nicolas con un tiro centrale al 2’ e inizia a realizzare cross preziosi dalla sinistra all’area piccola, anche se a volte i tiri in porta sono imprecisi e alti. Impreciso anche su alcuni passaggi a Cornelius sul portiere. Si fa portare via la sfera da Cerci e non trova Cornelius. Non è il solito Papu.
Dal 31’ st Vido: sv

Cornelius 6: raccoglie i passaggi di Gosens e al 19’ fa sussultare la curva con un colpo di tacco di girata che termina a lato del palo sinistro. Si lamenta con Gosens quando non lo serve. Aveva trovato l’assist del gol, peccato per il fuorigioco. Buono l’assist a Gomez ma è troppo lungo e il Gasp lo toglie.
Dal 19’ st Kurtic 6,5: entra e segna, non serve aggiungere altro.

All. Gasperini 7: nonostante il doppio impegno e l’Europa che incombe, la Dea attacca e crea ma non riesce ancora ad essere cinica e centrare la rete. Ma dai e dai, dopo la strigliata negli spogliatoi i suoi realizzano a raffica.