3
Salernitana-Atalanta 0-1

Musso 6,5: rischia sulla traversa di Coulibaly, battezzandola fuori. Ad inizio ripresa ci mette il guantone su Gondo.

Toloi 5,5: soffre la mobilità di Gondo e il fisico di Djuric, dalle sue parti poi spesso agisce Ribéry. Nella ripresa Bonazzoli lo mette in difficoltà.

Palomino 6: l’argentino è l’unico a tenere botta, non sbagliando le chiusure.

Demiral 5,5: Djuric e Gondo lo mettono in difficoltà. Il bosniaco lo domina fisicamente e lui si innervosisce, venendo ammonito.

(dal 1’ st Djmsiti 5,5: rischia tanto, dimenticandosi Obi che sfiora la rete)

Maehle 6: nel primo tempo sfonda raramente a destra e soffre le discese di Ranieri. A un minuto dalla fine mette sulla testa di Gosens lo 0-2, il tedesco centra la traversa.

Pasalic 5: chiamato a costruire l’azione con Freuler, l’ex Milan fatica. Partita anonima.

(dal 1’ st Koopmeiners 5,5: non combina molto, calcia una punizione da buona posizione sulla barriera)
Freuler 6: corre tanto e bene, fa girare con ordine il pallone. Tiene botta contro la fisicità dei due Coulibaly.

Gosens 5,5: Kechrida lo mette in difficoltà, riuscendo ad affondare spesso. In fase offensiva non incide, né come finalizzatore né come assist man. Si mangia lo 0-2 nel finale.

(dal 46’ st Pezzella sv)

Malinovski 5: non riesce mai a far esplodere il sinistro e non innesca mai Zapata. Perde anche qualche palla di troppo, Gasperini lo toglie.

(dal 13’ st Zappacosta 5,5: si divora il gol dello 0-2)

Miranchuk 4,5: il russo viene spesso raddoppiato a sinistra e raramente si accende, non aiuta in fase difensiva. Gasp lo sacrifica.

(dal 1’ st Ilicic 7: il suo ingresso dona brio all’attacco, sua la palla per lo 0-1 a Zapata)

Zapata 7,5: è sempre nella morsa dei centrali della Salernitana, riceve poche palle giocabili. Alla prima palla buona però colpisce da vero bomber. Sfiora il raddoppio a sei dalla fine.

All. Gasperini 6: resta spiazzato dal ritmo e dal fisico della Salernitana. All’inizio risparmia i big, ma poi li mette in campo per dare la svolta e ci riesce. La sua Atalanta è sembrata un po’ stanca dopo l’impegno di coppa.