Commenta per primo

Partita avara di emozioni al Comunale di Bergamo, dove Atalanta e Livorno si sono confrontate per il terzo turno eliminatorio di Coppa Italia. È il Livorno ad uscire vittorioso dalla sfida, grazie alla rete di Cellerino arrivata a cinque minuti dal 90'. Prima frazione noiosa, con il Livorno più pericoloso: è di marca ospite l'unica occasione dei primi 45', pericolosi con la traversa colpita da Danilevicius al 39'. Nella ripresa sono sempre gli ospiti ad avere le occasioni più ghiotte. Al 55' Barusso centra il palo su punizione, mentre cinque minuti dopo Knezevic coglie la traversa di testa su calcio d'angolo. L'Atalanta fatica a rendersi pericolosa, mentre gli sforzi dei labronici vengono ripagati all'86', quando Cellerino, con la complicità di Ruopolo, trova il gol della vittoria con un colpo di testa sugli sviluppi di un corner. Il forcing finale dei padroni di casa non cambia il risultato: è il Livorno a qualificarsi per il quarto turno di Coppa Italia, dove sfiderà la vincente di Bari-Torino.

ATALANTA

L'allenatore dell'Atalanta, Stefano Colantuono: 'Ci siamo dati da fare, ma abbiamo avuto anche della sfortuna, come in occasione del gol del Livorno, in cui Ruopolo ha accidentalmente toccato la palla. Ci dispiace, ma è chiaro che avendo giocato con uomini che non avevano i novanta minuti nelle gambe ne abbiamo risentito. Ci sono però delle note positive, come l'esordio di Possenti (terzino sinistro classe '92, ndr). Mi dispiace per non aver centrato il passaggio del turno. Manfredini? Ha avuto un problemino al soleo del polpaccio destro, domani si sottoporrà ad una ecografia. I ragazzi, comunque, si sono impegnati'.

LIVORNO

L'allenatore del Livorno, Giuseppe Pillon: 'Il successo di oggi è la riprova del buon lavoro fatto. Quando vedi una squadra che per la prima volta gioca insieme e vince in questo modo, significa che dietro c'è un ottimo lavoro. Sono contento del gruppo che ho a disposizione, e per i giocatori che oggi sono scesi in campo, hanno fornito una prestazione di alto livello, colpendo anche tre legni. Abbiamo vinto meritatamente, non ricordo un'azione pericolosa dell'Atalanta, ma ad un certo punto ho temuto la beffa. Dobbiamo proseguire su questa strada, non so dove arriveremo, ma il gruppo ha dimostrato di essere forte ed unito'.