1067
A un passo dal sogno si ferma l'avventura dell'Atalanta in Champions League. La formazione allenata da Gian Piero Gasperini esce sconfitta 2-1 dalla sfida contro il Paris Saint Germain e non c'entra lo storico approdo in semifinale dopo essere stata in vantaggio fino al 90esimo di una gara difficilissima e altrettanto combattuta. Il gol di Pasalic ha illuso a lungo, ma nel finale i due gol di Marquinhos e Choupo-Moting in mischia a centro area consegnano la gioia della qualificazione al club parigino.

SUBITO BENE LA DEA - Il primo squillo è dell'Atalanta con il Papu Gomez che entra in area dalla sinistra e calcia però in bocca a Navas. Sul ribaltamento di fronte è però Neymar a presentarsi solo a tu per tu con Sportiello e a mandare incredibilmente a lato il piattone. Ancora Navas protagonista due volte al 10' prima su Hateboer e poi su Caldara che di testa, entrambi, sfiorano il gol. Neymar è letteralmente devastante e semina più volte il panico sulla trequarti neroblu, ma a passare in vantaggio alla fine è proprio l'Atalanta con Pasalic che riceve un pallone sporco in area e lo manda di prima alle spalle di Keylor Navas per l'1-0. Neymar reagisce subito e dopo averne saltati 4 (di cui Pasalic in tunnel) manda a lato un sinistro velenoso dal limite.
LA RIBALTA MBAPPE' - Anche nella ripresa il copione non cambia con l’Atalanta pericolosa su calci da fermo con Djimsiti che va a un passo dal raddoppio. Gli equilibri cambiano al 59’ quando il Papu Gomez è costretto a chiedere il cambio e, contemporaneamente, Tuchel sceglie di inserire Mbappé. Il PSG alza i ritmi si rende più pericoloso e proprio l’asso francese al 74’ costringe Sportiello all’intervento su un destro ravvicinato. L'Atalanta arretra, non riesce più a rendersi pericolosa e se Sportiello tiene più volte il risultato sull'1-0 il ko di Freuler a cambi finiti condanna Gasperini. Gli equilibri saltano e su due palle giocate da destra verso sinistra e rimesse poi a centro area rasoterra, prima Marquinhos e poi Choupo-Moting ribaltano la gara e mandano in semifinale il PSG.​


RESTATE COLLEGATI AL TERMINE DELLA PARTITA PER LEGGERE L'ARTICOLO DI ALBERTO POLVEROSI PER 100ESIMO MINUTO