Commenta per primo

Eccolo che arriva, il primo colpo griffato Pierpaolo Marino è lui: Maximiliano Moralez è praticamente un nuovo giocatore dell'Atalanta. Proprio come da previsione: tutti erano concentrati su altri nomi, e l'ex dg del Napoli ha chiuso per un giocatore che nessuno aveva ancora accostato alla Dea. Un lavoro nell'ombra, per far sognare i tifosi di una squadra, l'Atalanta, che - causa calcioscommesse - solo poche ore prima avevano ricevuto la notizia, attesa ma comunque dolorosa, dei deferimenti di società, Doni e Manfredini.

Un nuovo Lavezzi? Chissà... Fisico brevilineo e minuto, un metro e sessanta per una cinquantina abbondante di chili, Moralez è un centrocampista offensivo certamente diverso dal Pocho, ma che in qualche modo saprà esaltare Bergamo esattamente come il numero 7 del Napoli fa con la città di Partenope. Almeno tastando l'umore dei tifosi atalantini sul web, il responso sembra davvero positivo.
 
Un elemento di fantasia, giovane - classe '87 - ma di esperienza. E anche di personalità: fu suo il gol pesantissimo e altrettanto contestato che regalò al Vélez Sársfield il campionato di Apertura del 2009. E per El Frasquito, ex niño prodigio del calcio albiceleste, è arrivato il momento della seconda avventura nel Vecchio continente: dopo l'incolore avventura moscovita datata 2007/2008, l'Atalanta rappresenta l'opportunità per affermarsi definitivamente in Europa.
 
Ma non finirà qui. Marino ha in serbo un altro colpo, ancora per l'attacco ed ancora con l'accento sudamericano. Il nome più inflazionato è quello di Germán Denis, che a Udine non troverà tanto spazio nonostante la dipartita di Alexis Sánchez. Una punta di peso, smaliziata, capace di sostenere il reparto e pungere. Un'operazione non facile, per il prezzo del cartellino e per l'ingaggio, ma comunque fattibile, magari sfruttando qualche saldo di fine mercato. Ma per il momento Bergamo si gode il suo nuovo talentino, un genietto tascabile: chapeau, Pierpaolo. Il colpaccio è servito.