Commenta per primo

Sfuma il sogno dell'Atletico Roma, gioisce la Juve Stabia. Questo il verdetto della finale playoff del girone B di Prima Divisione, che premia i campani dopo 60 anni di attesa. Al 'Flaminio' vince la squadra di Braglia per 2-0 con le reti di Molinaro e Corona. Partita noiosa nel primo tempo, con i padroni di casa che cercano di dosare le forze forti dello 0-0 all'andata. Solo al 10', infatti, l'Atletico si fa pericoloso con Ciofani; nel recupero concesso da Irrati è la Juve Stabia a fare furore: tre corner consecutivi, dall'ultimo (47') scaturisce il vantaggio firmato dal difensore 36enne con un destro al volo dal limite. Ai romani basterebbe un pari, e nel secondo tempo fanno di tutto per acciuffarlo, chiudendo gli ospiti negli ultimi sedici metri, ma il portiere Colombi è bravo al 73' su punizione di Baronio. All'85' è Mazzeo a sfiorare il pari, ma la palla esce di poco. Con la difesa a tre e il baricentro pericolosamente spostato in avanti, l'Atletico si espone al contropiede campano, che all'89' premia un Giorgio Corona tutto solo: stop di destro e piatto rasoterra alle spalle di Ambrosi. Giochi finiti, festa incontenibile per i duemila stabiesi. Peccato per qualche intemperanza dalla tribuna, con una bottiglietta piena che colpisce in volto un tesserato campano.

ATLETICO ROMA

Scuro in volto, l'allenatore dell'Atletico Roberto Chiappara fa i complimenti ai vincitori: 'Brava la Juve Stabia a difendersi bene dopo il vantaggio. Abbiamo sbagliato molto, ma ci ha messo lo zampino l'emozione. Nonostante la sconfitta, vorrei ringraziare questo gruppo di uomini veri, che ho avuto l'onore di avere anche come compagni. Il futuro? Non chiedo nulla alla società, io posso solo essere grato per la possibilità che mi è stata concessa. Non riprenderò a giocare, voglio continuare a fare l'allenatore'.

JUVE STABIA

Bagnato ed emozionato, Piero Braglia si presenta in sala stampa: 'Abbiamo fatto ciò che dovevamo, questa promozione è un regalo a tutta Castellammare. Ora dovranno mettere a posto lo stadio e progettare una B inaspettata'. Gli stabiesi, infatti, erano arrivati ai playoff come quarti nella griglia: 'Ringrazio la dirigenza e la mia famiglia per questo risultato. Corona? Un uomo umile, che ha fatto crescere il gruppo e si è messo a disposizione senza far problemi. Molinaro, quando sta bene, è il miglior centrale difensivo della serie C'.