Una dichiarazione che farà discutere. Intervistato da Mediaset Premium Piero Ausilio, uomo mercato dell'Inter, parla così del difficile rapporto tra Icardi e la curva Nord, a causa dell'autobiografia dell'argentino, uscita in questi giorni, nel quale c'è un duro attacco al tifo organizzato: "Il pensiero di Zanetti è quello di tutta la società. Tutti devono avere la testa su quella che è la partita con il Cagliari, domani parleremo con Icardi e prenderemo le nostre decisioni. Il clima oggi era particolarissimo, non era facile giocare. Nel primo tempo abbiamo fatto bene, l'approccio giusto c'è stato. Ho saputo quello che è stato scritto da Icardi, non è che compro il libro e me lo leggo. Non pensavo che a 23 anni si potesse scrivere una biografia. Non mi interessava leggerla e non credo di essere la persona giusta che doveva farlo. Io sono arrabbiato per la partita che abbiamo buttato via, non per altro. Il clima oggi non l'ha aiutato, non ho visto un giocatore tranquillo. L'obiettivo è quello di ripianare la situazione. Per quanto ci riguarda noi abbiamo un regolamento interno e nel caso in cui un giocatore dovesse violarlo sarebbe punito". Secondo quanto appreso da calciomercato.com ad Icardi l'Inter potrebbe togliere la fascia.

Poi su De Boer: "Io sono incazzato nero per come abbiamo perso una partita e gettato via punti importanti. Abbiamo giocato un ottimo primo tempo, non l'abbiamo sfruttato. Dopo 8 partite non può esserci l'Inter migliore, dobbiamo correggere gli errori abbastanza velocemente, il tempo passa e le altre scappano. La Champions è il minimo obiettivo".