11
Intervenuto ai microfoni di Premium, il direttore sportivo dell'Inter, Piero Ausilio, ha parlato di mercato e della sfida contro il Napoli.

“Il viaggio in Inghilterra? Ogni tanto mi porto avanti e vado a vedere qualche partita. Ma è anche stata l'occasione per vedere due suadre italiane giocare bene. Si parla di mercato ma adesso dobbiamo seguire il progresso di questi ragazzi e stargli vicini, poi a gennaio si vedrà il da farsi. Siamo secondi in classifica e ci sono arrivati questi ragazzi con questo allenatore, oggi giochiamo contro la squadra più forte d’Italia e cercheremo di farci valere. Cosa mi colpisce di più di Spalletti? Ha una storia che parla da sola, non sono rimasto sorpreso. Ma mi colpisce la voglia che ha di alzare sempre l’asticella. È attento a tutti i particolare e ci stimola a dare il meglio. Cancelo e Dalbert? Il primo è stato fermato da un infortunio dopo essere entrato bene a Roma, il secondo invece si sta adattando al campionato italiano e a breve farà bene. Ma non dimenticatevi di Santon che sta scalpitando. Quando Insigne è stato scartato? Sarà arrivato a Interello prima di compiere i 14 anni e quindi non avremmo potuto prenderlo perché da fuori regione, ma si presentasse oggi lo prenderei. È arrivato troppo presto. Icardi piace al Napoli? Non c’è mai stata la possibilità che lasciasse l’Inter, piace al Napoli come piace ad altre società. Vuole rimanere all'Inter per tanti anni e stiamo coltivando questo progetto".