Il direttore sportivo dell'Inter Piero Ausilio ha parlato a Sky Sport a pochi minuti dall'inizio del match contro il Parma. In primis della questione relativa al rinnovo di contratto di Mauro Icardi: "Nessuna novità particolare, i contatti tra le parti ci sono da tempo. La scadenza è lunga e non si deve correre, c'è la volontà da parte nostra e del giocatore di rinnovarlo e piano piano arriveremo alla meta". 

Sull'acquisto di Keita: "Sapevamo che si andava incontro a tanti impegni, soprattutto nei primi sei mesi. Icardi era in Nazionale, sapere di affrontare tutta la stagione con un centravanti avrebbe portato rischi. Dovevamo scegliere tra un attaccante e un centrocampista, abbiamo fatto la scelta di Keita per la sua imprevidibilità e le sue grandi potenzialità". 

Sulle difficoltà del girone di Champions League: "C'ero anche nel 2010. Era talmente tanta la voglia di essere in Champions che ci aspettavamo, partendo in quarta fascia, di avere un girone duro nel nostro destino. La preoccupazione la lasciamo ad altri, il Barcellona era nel nostro girone anche nel 2010, quindi vedete voi...".