Commenta per primo

Avellino in festa. Grazie alla vittoria di domenica a Catanzaro, i Lupi erano già matematicamente promossi in serie B ed oggi hanno chiuso il loro campionato venendo battuti (2-3) al 'Partenio' da un Pisa già aritmeticamente ai playoff. L'Avellino parte bene sfiorando il gol al 4' con la zuccata di Bittante, dove Pugliesi si salva di piedi. Ci prova anche Angiulli da fuori, ma la palla scivola di poco a lato. Il Pisa si sveglia, prima con un sinistro di Tulli che si spegne fuori, e poi con lo stesso Tulli che al 40' porta in vantaggio i suoi con un gran destro dal limite. I locali reagiscono nella ripresa pareggiando al 56' con Zigoni, che di testa su cross di Bariti la mette sul palo lontano. Gli ospiti, però, non demordono, e al 65' rimettono la freccia: su azione di contropiede, Perez insacca su assist di Lucarelli. L'Avellino inserisce anche Biancolino, ma il Pisa cala il tris all'80' su rigore con Favasuli. Al 94' 2-3 finale di Castaldo, di testa su cross di Massimo.

AVELLINO

Il direttore sportivo dell'Avellino, Enzo De Vito: 'Domenica è arrivata la matematica certezza della Serie B, oggi ci siamo resi conto di cosa abbiamo fatto. Le sconfitte di Pagani e col Benevento ci hanno fatto crescere molto. Dopo la vittoria con la Nocerina abbiamo capito che il campionato lo potevamo perdere solo noi. Abbiamo una base importante per la serie B, ma ci vorrà umiltà e pazienza. Il prossimo anno dobbiamo salvarci, da matricola. Le comproprietà non sono un problema, dato il rapporto che ho con Marino e Bigon (d.s.di Atalanta e Napoli, ndr)'.

PISA

L'allenatore in seconda del Pisa, Maurizio Tacchi: 'Speriamo di festeggiare come l’Avellino ha festeggiato oggi. Vivo sempre grandi emozioni quando vengo ad Avellino, sono doppiamente contento per la loro vittoria. Noi guardiamo in casa nostra, stiamo attraversando un ottimo momento di forma, anche oggi abbiamo dato dimostrato di essere un gruppo coeso. Penso che i risultati lo abbiano certificato. I numeri dicono che con la nuova gestione in sei partite abbiamo totalizzato diciotto punti, di più non si poteva fare. Grazie ai ragazzi che si sono impegnati per la causa. Ora si apre un altro campionato, giocheremo i playoff con la nostra spensieratezza e poi si vedrà’.