Erano tutti pronti. A Firenze a fare, con enorme piacere, un favore al Napoli, a Napoli a festeggiare coi fuochi d'artificio il regalo dei fratelli fiorentini.
 
Il gemellaggio, pero', e' fallito. Pur disputando una partita orrenda, la Juventus e' riuscita a svangare anche l'ostica trasferta al Franchi, grazie alla qualita' superiore della propria rosa, che resta superiore alle altre anche quando deve fare a meno contemporaneamente di Dybala, Cuadrado e Matuidi. Tanta roba fuori, ma ancora tanta roba in campo. 
 
Assecondata pure da una buona dose di fortuna, materializzatasi col palo colpito da Gil Dias e il ripensamento dell'arbitro Guida che stavolta, strano ma vero, se l'e' sentita di revocare alla Viola un calcio di rigore
Una scenetta quasi simile a quella accaduta a Benevento domenica scorsa, con un offside precedente al fallo di mano (discutibile: il braccio era attaccato al corpo) di Chiellini. Ma ovviamente, se questo avviene a favore del Napoli l'applicazione dell'ermafrodita Var e' corretta, se lo si fa con la Juventus e' un palese violazione del regolamento volta a favore sfacciatamente la squadra di Agnelli, la quale -si sa- compra l'intera AIA con la sponsorizzazione FIAT della Nazionale di calcio (l'assurdo teorema Liguori che raccoglie consensi tra le tante firme "illustri" dei social e tra i milioni di antijuve). 
 
A dire il vero il napoletano Guida -tifoso del Napoli per ammissione personale, come Pecoraro- il rigore lo aveva pure dato, poi pero' i varisti Fabbri e Di Fiore gli hanno fatto cambiare la decisione, come avvenuto in Napoli-Milan e Benevento-Napoli (con Crotone, Atalanta e Bologna i varisti invece tacquero). 
 
C'era il rigore? Da quello che ho percepito sul web, la cosa interessa davvero poco: andava fatto calciare, e basta. Sono gli stessi che 7 giorni fa sottolineavano quanto fosse nettissimo il fuorigioco di Sandro nell'azione del rigore dato, e poi revocato, al Benevento. Uguale come a Firenze, ma senza la Juve di mezzo, particolare questo non trascurabile.
Morale: partita falsata, campionato irregolare e, tanto per non sbagliare, la Juve ruba. Pero' loro non sono mica faziosi, eddai! 
 
Cosa avevo scritto e vi avete pregato di annotare nella precedente rubrica? Ogni palla carambolata sul braccio di un nostro giocatore all'interno della nostra area sarebbe stato sempre rigore.
 
Se pero' lo revochi, non vale. 
Puoi farlo col Napoli o altre squadre, mica con la Juventus. E non ti affannare nemmeno a spiegare il motivo per il quale hai deciso di non assegnarlo piu' alla Fiorentina, tanto non lo accettano. Tempo perso. E infatti non voglio perderne nemmeno io.
 
Mi limito semplicemente a dire che, a mio parere, andava fischiato il fallo su Alex Sandro, che il fuorigioco non c'e' perche' Sandro allunga volontariamente lui la palla a Gil Dias, mentre il mani di Chiellini e' stata una topica pazzesca di Guida, dalla quale Fabbri e Di Fiore hanno provato a salvarlo. Stop.
 
Sul resto, gara mostruosa della Juve in tutti i sensi. Sul piano del gioco, perche' al Franchi non ha praticamente giocato, e quel poco che ha fatto lo ha fatto male (voglio sperare si siano tutti risparmiati in vista della Champions, altrimenti ci sarebbe da preoccuparsi) . 
Mostruoso e' stato Buffon nell'unico intervento decisivo della partita, in quell'uscita kamikaze sui piedi di Thereau. 
 
Mostruoso e' stato Chiellini, in quel dribbling a centrocampo e susseguente assist perfetto per Higuain.
 
Mostruoso Bernardeschi, impermeabile a insulti, fischi e pernacchie, appena gli si e' presentata l'occasione di fare secco Sportiello su punizione, lo ha fatto. Ed ha pure esultato. Roberto Baggio impari.
 
Mostruoso e' stato Higuain, tornato il cecchino da 90 milioni che conoscevamo: 1 palla, 1 goal.
Set, partita, 3 punti.