'Ho giocato per anni nel Livorno con uno come Cristiano Lucarelli, che ha sempre fatto di tutto in carriera per giocare nella squadra della sua città e per rendere al massimo. Purtroppo però questo non lo ha preservato dalle critiche della tifoseria livornese, anche molto pesanti, e quindi quando penso a Viviano e a cosa si sente dire sul suo conto da parte della tifoseria della Fiorentina, l'unico pensiero che mi viene in mente è che è difficile essere profeti in patria’. Così l'ex terzino David Balleri, ospite ai microfoni di Radio Toscana.

'Non mi aspettavo, nella Fiorentina, questa differenza di rendimento tra i miei ex compagni Mihajlovic e Montella poi - afferma Balleri, oggi allenatore degli Allievi del Livorno -. Certo è che quest'ultimo ha una squadra tecnicamente molto superiore. Poi indubbiamente Montella ci ha messo del suo, dando non solo grande carica ai titolari ma anche a chi deve subentrare a gara in corso. Penso ad esempio a quanto ha già insegnato ad El Hamdaoui, che si sta calando alla grande nella mentalità che serve ai finalizzatori della serie A. Poi la Fiorentina ha dalla sua parte anche l'ottima vena dei suoi esterni: trovo difficilmente in altre squadre del nostro campionato giocatori come Cuadrado e Pasqual, piedi buoni capaci di correre e crossare con eccellente facilità e buonissimi risultati'.