Sembra una scena da film di azione e invece è quanto accaduto durante una gara di moto in Costa Rica. Di certo c’è da chiedersi cosa sia passato nel cervello di Jorge Martinez, il pilota incriminato dell’accaduto. Perché un normale atleta, uno sportivo vero, dovrebbe accettare la competizione. Anche se, magari, l’avversario “stimola” la reazione.

DAL COSTARICA A DUE ANNI DI SQUALIFICA - Il contesto era una gara di Suzuki Gixxer. Come detto Jorge Martinez, nel tentativo di superare il suo rivale Mario Calvo, s’inventa una scena paradossale. Prima lascia andare la sua moto per cercare di salire a bordo di quella del suo avversario; poi, riuscito nell’intento, lo costringe a fermarsi. Una volta che la due ruote si è spostata verso il bordo della pista, Martinez rifila un pugno a bordo pista allo stesso Calvo. Per poi andarsene, comodamente, verso i box.

LA PUNIZIONE DELLA FIM - Una scena assurda che è stata punita in maniera severa dalla FIM, la federazione internazionale del motorsport: due anni di squalifica per i due piloti, segno che probabilmente nemmeno Mario Calvo era tanto immune da colpe. A quanto pare Martinez era stato precedentemente colpito e sbilanciato dalla moto di Calvo, perdendo di fatto l’equilibrio. La gara è stata interrotta ed è poi ripresa senza Martinez e Calvo, ovviamente esclusi. Ecco il video