3
Sergio Aguero, attaccante del Barcellona, parla a El Pais, tornando sul suo trasferimento in blaugrana: "Siamo onesti: quale giocatore non vorrebbe essere al Barcellona, a prescindere che se la passi bene o male? Sono arrivato con l'aspettativa di giocare con Leo e che si costruisse una buona squadra, che era ciò che il club stava cercando di fare. Quando mi hanno chiamato ho pensato: 'Non mi interessa quanto mi paghino, voglio aiutare la squadra dando il massimo. Addio Messi? È stato un momento di shock, stava male. Quando l'ho scoperto non ci potevo credere. Quel sabato andai a trovarlo a casa sua. E, per la mia personalità, visto che non lo vedevo bene, ho cercato di fargli dimenticare quello che era successo. Ho visto che era a pezzi e stava cercando di distrarlo".