115
Quindici giorni all'apertura della finestra invernale del mercato, ma il mondo del calcio è già in fermento: contatti, telefonate, tutto si muove per impostare trattative e partire forte ai primi di gennaio. Ogni sessione ha il suo tema portante, la prima del 2018 potrebbe avere come protagonista la difesa: i rumors parlano di un vero e proprio domino europeo all'orizzonte, che potrebbe coinvolgere diversi top club e big della retroguardia. Se il pezzo forte sarà David Luiz, in uscita dal Chelsea, e ci sono nubi sul futuro di Jerome Boateng al Bayern Monaco, rischia di restare coinvolto anche Leonardo Bonucci.

BARCELLONA E CITY A CACCIA - Nonostante l'avvio dell'avventura al Milan non sia stato dei migliori, il 30enne di Viterbo resta uno dei centrali più quotati a livello internazionale e, considerata anche la possibilità di essere impiegato in Champions League, non sorprende che il suo nome possa rientrare nel giro di vite europeo. Due big come Barcellona e Manchester City d'altronde cercano proprio un profilo corrispondente al suo per completare il pacchetto arretrato. I blaugrana dovranno compensare la partenza ormai pressoché certa di Mascherano e l'identikit tracciato da Valverde per il suo sostituto è chiaro: destro di piede, abile in fase di impostazione e che possa abbinare anche muscolarità. Se David Luiz è un nome sempre più caldo nelle ultime ore, anche quello di Bonucci è circolato in ambienti catalani. Discorso diverso per gli Sky Blues: Guardiola è uscito allo scoperto, il City comprerà un centrale a gennaio che possa essere non solo un rinforzo per l'immediato ma anche un giocatore su cui fare affidamento per il futuro. Bonucci non è un candidato nuovo a Manchester, già nell'estate del 2016 gli inglesi si erano fatti avanti mettendo sul piatto oltre 50 milioni di euro per convincere la Juventus, nonché un sontuoso contratto per il centrale della Nazionale. Nulla di fatto, Leo è rimasto a Torino per poi trasferirsi a Milano l'estate seguente: Guardiola ora può tornare alla carica, puntando proprio sulla possibilità di giocare la Champions League che i rossoneri non offrono.
IL MILAN... - Scenari che possono svilupparsi nelle prossime settimane, ma il Milan? Secondo le ultime verifiche effettuate da Calciomercato.com, nonostante il momento delicato è difficile che la società possa lasciar partire dopo pochi mesi il colpo più significativo dello scorso mercato. Sia per non dilapidare l'ingente spesa per strapparlo ai bianconeri (42 milioni di euro per il cartellino, 7,5 milioni netti a stagione fino al 2022), sia per una questione di immagine: Bonucci è stato insignito dei gradi di capitano, diventando di fatto il simbolo, l'uomo di punta del nuovo corso avviato dalla proprietà cinese. E per quanto riguarda il giocatore? In questo momento non si registrano particolari mal di pancia che possano portare a una separazione nel breve periodo, ma bisognerà attendere gennaio e le eventuali proposte che verranno recapitate alla società e al difensore. La macchina del mercato si mette in moto, ancora due settimane per scoprire se Bonucci si sottrarrà o meno al domino centrali.