Passo indietro, ormai definitivo. La Juventus non ha più sottolineato in rosso nella sua lista per il centrocampo il nome di Nicolò Barella: il centrocampista classe '97 del Cagliari sta vivendo un'altra ottima stagione, arricchendo il suo bottino in zona gol grazie anche all'opportunità di calciare i rigori. Il presidente Giulini lo valuta ben oltre i 20 milioni di mesi fa, dall'estero si è attivato il Lione ma anche diversi club stranieri, eppure la Juve ha fatto un passo indietro visti i costi dell'operazione e le preferenze tecniche per altri centrocampisti italiani, da Cristante a Pellegrini, questione di caratteristiche. Comunicazione arrivata forte e chiara anche al Cagliari che aveva parlato di Barella con la Juventus in passato.

I PIANI DELL'INTER - Rimane in piedi invece la candidatura dell'Inter, senza mai scordare le incursioni a sorpresa cui il Milan ci ha abituato sul mercato un anno fa. Ma i nerazzurri sono su Barella da tempo, Spalletti è un suo estimatore, ritmo e qualità nei piedi di questo centrocampista che deve correggere il difetto delle troppe ammonizioni. L'idea è di inserire contropartite tecniche giovani nell'affare per abbassare il cash da versare al Cagliari, ma ad oggi l'Inter si è presa un mese di tempo per studiare le strategie a centrocampo dove non si vuole sbagliare alcuna mossa.
Gagliardini è tornato su ottimi livelli così come Brozovic, il piano prevede l'inserimento di almeno due tasselli in quel ruolo con una lista ancora segreta per larga parte, in mezzo ai desideri più vociferati come Strootman o Cyprien del Nizza. Dipenderà anche dalla Champions, fattore fondamentale pure per l'affare Barella. Ora la Juve non è in scena: palla all'Inter...