Commenta per primo

 

Non chiedetegli conti e percentuali matematiche perché Alessandro Gazzi lo mette subito in chiaro: “Con la matematica non ho un ottimo rapporto, ecco perché se mi chiedete che percentuale di salvezza ha il Bari preferisco rispondere, non molte, piuttosto che dare un dato. Purtroppo lo sanno tutti che visti i risultati e l’ultimo posto in classifica non possono essere late ma questo non vuol dire che non lotteremo o che in campo non daremo il massimo. Penso che lo abbiamo dimostrato. Ecco perché anche contro il Catania vogliamo vincere. Domenica ci sarà un Bari che ha voglia anche di ritrovare la vittoria al San Nicola che ormai manca da tanto tempo. Loro sono una squadra tosta ma davanti troveranno un Bari ugualmente carico. Dopo la vittoria di Parma dovremo essere bravi a non avere cali di tensione."

Sul suo futuro, Alessandro Gazzi è chiaro: “in ogni conferenza stampa lo dico, io ho ancora due anni di contratto con il bari, a giugno vedremo se la società avrà ancora voglia di puntare su di me. A fine stagione valuteremo insieme la situazione, ma solo quando questo campionato sarà finito, perché prima devo e dobbiamo pensare al Bari.