Commenta per primo

Nel burrascoso periodo del Bari, oggi tocca alla questione Salvatore Masiello. Come è noto, sul giocatore è in corso l'istruttoria del Collegio Arbitrale, in seguito all'episodio che vide il 29enne napoletano lanciare lo scorso 21 agosto un piatto che, in seguito ad una lite con il portiere ceco Zlamal, ferì gravemente il terzino Crescenzi, intervenuto per sedare il bisticcio. Lo scorso 23 settembre il Collegio aveva disposto un aggiornamento rinviando la convocazione a stamane, a Milano.

Nella circostanza, saranno prodotte alcune prove testimoniali. Per l'accusa del Bari parlerà il capitano Donati e, con ogni probabilità, lo stesso Crescenzi che, tuttavia, non ha ancora ottenuto il via libera da Ferrara per lasciare il ritiro dell'Under 21 e tener fede all'impegno. Difficile, invece, che giunga dalla Repubblica Ceca il portiere Zlamal, attualmente in forza al Sigma Olomouc. Per la difesa di Masiello, invece, saranno convocati Alvarez (ora al Palermo) e Castillo (tra i fuori rosa del Bari): i due avrebbero ascoltato la confessione rivolta dal terzino napoletano, che annunciava alla squadra di aver voluto buttare il piatto per terra senza intenzione di ferire alcun compagno. Con ogni probabilità, il Collegio emetterà oggi un verdetto: il Bari chiede la rescissione del contratto, mentre Masiello punta al reintegro in rosa previo il pagamento di una multa. Al Collegio l'ultima parola.