Commenta per primo

'In difesa sapevamo di avere la coperta corta. Speravamo di accorgercene più in là, invece l’emergenza è scattata subito'. C'è poco da fare: il mancato arrivo di un difensore durante il mercato estivo proprio non va giù a Ventura. Le lacune nella retroguardia non emergono nella sconfitta contro l'Inter che, forse, avrebbe battuto pure il Bari al completo. Vedere, tuttavia, Eto'o furoreggiare su Pulzetti, adattato terzino per mancanza di alternative, fa tornare d'attualità il problema. La realtà è che oggi l'organico biancorosso non conta sette difensori, bensì cinque. Perché Salvatore Masiello è fuori causa per altre due settimane, mentre Rinaldi è fuori da qualsiasi piano di Ventura che non lo ha schierato nemmeno nel frangente del bisogno assoluto.

Il ds Angelozzi, però, prova a vedere positivo. 'La chiusura del mercato - afferma - non è stata quella auspicata. Ma è inutile piangerci addosso. A Milano si è verificata una situazione straordinaria perché mancavano ben tre difensori, due dei quali potrebbero recuperare per domenica'. In effetti, contro il Brescia dovrebbe rientrare Raggi (ha smaltito l'attacco influenzale), così come ci sono discrete possibilità di ritrovare Belmonte che sta superando un ematoma all'anca. In un tale stato di difficoltà, si è anche ipotizzato il reintegro di Galasso. 'Il ragazzo - risponde Angelozzi- si sta allenando con la squadra. Nulla ci vieta di utilizzarlo. Ad ogni modo, io mi sto muovendo (il ds è appena rientrato da una ricognizione in Francia, ndc) per reperire le pedine mancanti già per l'apertura del mercato di gennaio. E non lavoro solo sulla difesa'.

Chissà che il manager catanese non sia in caccia pure di una punta. L'attacco biancorosso, infatti, è a secco da 180' e sembra latitare un po' nel gioco aereo. Possibile che Ventura, con il recupero di Rivas e D'Alessandro, insista su Ghezzal come attaccante puro. Qualche problema, infine, si registra pure a centrocampo: se Gazzi dovrebbe rientrare dopo l'indisposizione intestinale, Almiron si ritrova con una caviglia malconcia. Intanto, la società ha delegato il Comitato Regionale Puglia della Figc per la gestione degli accrediti allo stadio per i tesserati Coni-Figc-Aia.

(Corriere del Mezzogiorno - Edizione Puglia)