Commenta per primo

Tra arrivi e partenze, sono in corso grandi manovre nell'attacco del Bari. Dalla conferma di Barreto (la cui metà è stata rilevata venerdì scorso dall'Udinese), alla partenza di Meggiorini (perso per un'inezia alle buste a favore del Genoa), fino al pressoché certo acquisto di Ghezzal, il reparto avanzato biancorosso sta vivendo un autentico tourbillon. Al momento, le punte che sicuramente comporranno la batteria a disposizione di Ventura per il prossimo campionato sono Barreto, Kutuzov e Castillo. L'elemento che completerà il poker è stato individuato in Abdelkader Ghezzal. Domani a Milano il ds Angelozzi incontrerà Giorgio Perinetti, suo predecessore al Bari, ed ora neo uomo mercato del Siena. L'accordo tra le parti è pressoché raggiunto: l'algerino approderà al Bari con la formula della comproprietà, mentre in Toscana andranno Carobbio e Kamata. Resta solo da definire se al club bianconero occorrerà riconoscere pure un conguaglio in denaro.

Malgrado un parterre abbastanza nutrito, Ventura ha chiesto esplicitamente una quinta punta. Uno dei possibili candidati è Michele Paolucci, attaccante in comproprietà tra Juventus e Siena. In realtà, al momento sotto contratto ci sarebbero anche Francesco Caputo (al rientro dal prestito alla Salernitana) e Alessandro Marotta (appena riscattato dal Gubbio, dove si è laureato capocannoniere del girone B del campionato di seconda divisione). Ventura potrebbe testarli in ritiro, ma è probabile che siano prestati in categorie inferiori per accumulare ulteriore esperienza.

Ad ogni modo, il desiderio del tecnico genovese di irrobustire ancor di più l'attacco è legato a due dubbi sostanziali. Il primo è legittimato dalle condizioni di Kutuzov. Lo scorso novembre, infatti, il bielorusso si è procurato la rottura del tendine d'Achille. Un infortunio che richiede lunghi tempi di recupero: non a caso il 30enne di Pinsk, dopo essersi sottoposto ad intervento chirurgico (perfettamente riuscito), non è più rientrato nella mischia. La seconda perplessità riguarda Castillo. L'argentino è arrivato in biancorosso lo scorso gennaio in un ritardo atletico tale da impedirgli di tornare sui livelli toccati due anni fa a Pisa, proprio sotto la guida di Ventura. Non solo: 'Nacho' viaggia verso le 35 primavere. Insomma, una quinta punta consentirebbe da una parte una maggiore tranquillità, dall'altra il dirottamento (utile in alcune circostanze) di Ghezzal sulle corsie esterne.

Nelle prossime ore, intanto, Angelozzi dovrebbe definire l'acquisto del centrocampista Pulzetti dal Livorno (sarà prelevato in prestito con diritto di riscatto della metà), nonché incassare il sì del difensore Coda, già preso dall'Udinese, ma un tantino restio al trasferimento in Puglia. In uscita, Allegretti è richiesto da Piacenza, Grosseto e dai greci del Volos, mentre De Vezze piace al Pescara.

(Corriere del Mezzogiorno - Edizione Puglia)