8
Per Antonio Conte è già tempo di mercato. Il tecnico dell’Inter freme, ha individuato i punti deboli della sua creatura e ha scelto come correggerli. Marotta e Ausilio hanno una missione: rendere più italiana la rosa, aggiungendo qualità dove manca. Sulla corsia destra un obiettivo si staglia sugli altri: Federico Chiesa. 

Conte è sicuro che il figlio di Enrico possa rivoluzionare la sua Inter, in meglio, ovviamente. Gli uomini mercato nerazzurri stanno portando avanti i discorsi con la Fiorentina, che negli ultimi tempi ha iniziato ad aprire una porta che, fino alla scorsa estate, sembrava blindata. Prima il presidente Commisso, poi il direttore generale Joe Barone, che a calciomercato.com ha detto: “Ognuno è libero di fare le sue scelte. Noi non obblighiamo nessuno a rimanere, vogliamo giocatori felici di stare a Firenze, di crescere a Firenze e di provare a ottenere dei traguardi importanti con la Fiorentina”.

IL PIANO - Piccoli segnali, da prendere con le pinze. Una base di partenza vera per Marotta che, secondo quanto appreso da calciomercato.com, si spingerà fino ai 40-45 milioni necessari a convincere Commisso, magari inserendo nell’affare una contropartita, come Nainggolan o Vanheusden, che in estate rientreranno a Milano. Chiesa, dal canto suo, è stato chiaro: vuole cercare stimoli altrove, e con l’Inter parla da tempo. Il club nerazzurro dovrà guardarsi le spalle, perché anche la Juve fa sul serio e ha carte altrettanto golose per convincere la Fiorentina. Ma è in piena corsa, per la gioia di Conte.