Commenta per primo

 

Il lavoro sodo non esclude necessariamente il divertimento e la seduta pomeridiana di oggi ne è la prova. A Dubai è andato in scena un vero e proprio torneo di calcetto, come quelli che si vedono nei campetti di tutto il mondo. Solo che ad affrontarsi, questa volta, erano i giocatori della Juventus e il campo era quello di Dubai. Le partitelle sono state però solo la parte conclusiva di un altra giornata molto dura, tanto che l’allenamento è iniziato con un riscaldamento tecnico, che ha visto i giocatori impegnati a “dribblare” una sagoma, prima di scambiare rasoterra con i compagni, aumentando progressivamente la velocità. E’ poi stata la volta di un prolungato esercizio di possesso palla, dieci contro dieci, svolto con altissima intensità.
 
Al gruppo si sono poi uniti i portieri, prima impegnati con il preparatore Claudio Filippi e sono state formate così quattro squadre da sei giocatori ciascuna che hanno dato vita al torneo, con tanto di semifinali e finale per il terzo e quarto posto, oltre naturalmente, alla “finalissima”.
 
Per la cronaca, l’hanno disputata i “blu”, contro gli “arancioni. I primi schieravano Sluga in porta, Barzagli, De Ceglie, Pazienza Krasic e Vucinic. Di fronte Storari, Bonucci, Vidal, Pepe, Quagliarella ed Elia. E a decidere la contesa, terminata 5-4 per i blu è stato Barzagli, con il gol decisivo siglato proprio all’ultimo secondo. Ennesima dimostrazione che alla Juve non si molla mai.